Giuseppe Scelfo Visual Art

CreativeProjects  Colours&Ideas  Paintings  Photo  Video  Glasses  NatureTrees&Forest

1990, lo Spartiacque (simbolo del mio lavoro)
1990, the watershed, (symbol of my work)

L'Arte è in tutto, e tutto su questo sito è stato creato con questo amore, nella evidente follia di questo millennio
Art is in everithyng and everything on this site was created with this love, in the evident madness of this millennium

Dai un'occhiata a questo portfolio per vedere gli ultimi lavori e scoprire cosa c'è in corso / Check out this portfolio to see the latest work and find out what is going on

IL LAVORO / MY WORK

    ARCHITETTO / ARTISTA. Sviluppo la ricerca visiva dalla fine degli anni’70 attraverso diversi linguaggi, dalla pittura alla ceramica fino alla vetrofusione, dalla fotografia ai linguaggi della video art e al photo-compositing, nelle piccole e grandi dimensioni.  Lo spazio, la trasparenza, la luce, sono i riferimenti portanti delle mie opere, insieme alla individuazione dello spazio umano, frammentato, imperscrutabile, tuttavia "trasparente nella sua essenza".  Nel 2019 nascono i “Prototipi”, teche che visualizzano criticamente la perdita della natura nella contemporanea trasformazione in NATURA ARTIFICIALE che vorrebbe sostituire quella fertile naturale e, come sirene seducenti e ammalianti, prototipi di nuove modalità riproduttive, nell’intimo intreccio dell’Attrazione che esercita la forza universale dello sguardo. Realizzate con bacchette di vetro di Murano su supporto in plexiglas, le Teche sono realizzate con un vero progetto costruttivo “architettonico” e vengono sentite e pensate con uno sguardo verso il progetto del futuro (Esposte al Macro Asilo, Atelier 3 Giugno 2019).

    Architect/Artist, I develope visual research since the late 1970s through various languages, from painting to ceramics, glass fusing, video-art languages ​​and photo compositing, in small and large dimensions. The latter and space, transparency, light, are the main references of my works, together with the identification of the human space, fragmented, inscrutable, yet "transparent in its essence". In 2019 the "Prototypes" were born, display cases that critically visualize the loss of nature in the contemporary transformation into ARTIFICIAL NATURE, which would like to replace the natural fertile one and, like seductive and bewitching sirens, prototypes of new reproductive methods, in the intimate intertwining of Attraction which exerts the universal force of the gaze. Made with Murano glass rods, on Plexiglas support, the Teche are made with a real "architectural" construction project and are felt and thought with an eye towards the project of the future.

"LE IMMAGINI del CORPO" (Dualità) 2017 - 2020

"THE IMAGES OF THE BODY (Duality) 2017 - 2020

 Olio su tela cm. 95x145 / Oil on canvas cm. 95x145

La Perdita del Paradiso Terrestre, 2017      -      La Terra, l’altra Faccia dell’Universo, 2018      -      Il Corpo dell’Universo, 2020

                The Loss of Paradise on Earth, 2017      -     The Earth, the other Face of the Universe, 2018    -   The Body of the Universe, 2020

LA PERDITA DEL PARADISO TERRESTRE. L'umanità rimuove ciò che si sviluppa lentamente e che non uccide nell'immediato. L'ambiente vive lentamente e con intelligenza autonoma. La scienza è usata anche "avidamente" e in questo modo sta distruggendo gli "unici" elementi vitali: Terra, Acqua, Aria, Fuoco. L'Arte, con i suoi strumenti può rendere visibili questi cambiamenti, ma siamo destinati a "rimuovere" anche ciò che vediamo? Era, una volta, la Terra e non ce ne accorgiamo, il Paradiso Terrestre!


LA TERRA, L'ALTRA FACCIA DELL'UNIVERSO
. Le Radici e il loro Universo. L'Infinito sta in ogni cosa che vediamo e viviamo. Ognuno di noi rappresenta un "Universo" e nelle relazioni si naviga in uno spazio apparentemente fisico e visibile, ma in realtà in una rete di "sinapsi", dall'infinitamente grande all'infinitamente piccolo. Le radici e le piante riproducono l'eternità nella loro materia e nella loro spontaneità ineludibile: materia fisica e psichica. Le radici si rivelano "COSTELLAZIONI".

LE RADICI DELL' ATTRAZIONEDualità. Sotto/Sopra, Questo/Quello. L'Origine si mostra nelle Radici che creano humus fin nell'Universo. Diventano Lance che "Sentono", proiettate in un apparente disegno casuale, nella concretezza della "nostra natura".  La dimensione artistica di lettura restituisce l'essenza e l'intimo dell'intreccio delle relazioni infinite dell'Attrazione che esercita la forza universale dello sguardo. Rete complessa relazionale che lega le "cose" e le "persone" e queste prendono significato solo nel momento in cui le guardiamo, ci guardiamo. ATTRAZIONE, mai una Spinta.

"CORPI MULTIPLI"  2019 - 2021

"MULTIPLE BODIES" 2019 - 2021
oil on canvas cm. 100x140

BOSCO SACRO  giugno 2021

La Forma dell' Amore.Il Cerchio, il Femminile. Il Quadrato, La Materia. Il Triangolo,  La Forza.  
La Corona Solare, l'Origine.
Il Frassino, Il Carpino, L'Olmo.
Nello Spazio, con le onde gravitazionali... Un progetto ideale di Bosco, che diventa "Sacro" per la sua carica simbolica della Natura da vivere. Un lavoro sul "Sentimento Forma".

Quest'opera segue i "Contatti Invisibili" ed è la naturale anticipazione alla "Periferia dell'Attrazione".

CONTATTI INVISIBILI  giugno 2019

La nostra dualità ci permette di vagare nello spazio come meteore insieme ai cristalli, materia antichissima del mondo e quasi archetipica, insieme a matrici di tronchi di alberi.Il tutto collegato a un cosmo ambivalente, superiore a noi e interno a noi.
Così assembliamo i nostri pezzi e li viviamo, nonostante tutto e grazie a tutto!

LA PERIFERIA DELL'ATTRAZIONE, "UNICUM"

(in lavorazione)
Ipotesi personale e fantastica di attualizzazione, immaginazione e trasfigurazione simbolica dell'Origine della Rigeneratrice Madre Terra.
Dallo Chevron al suo Universo di sempre
"Trait d'Union", Dall'8000 a.c. al 2021d.c.

FOLLIA E AMBIVALENZA  2020 - 2021

MADNESS AND AMBIVALENCE  2020 - 2021

olio su tela / oil on canvas  cm. 50x70  

1°. IL SOLSTIZIO D'INVERNO, 2020  (Exhibition Antinatale 2020, RO.MI. ArteContemporanea)  2° e 3° in progetto

1°. THE WINTER SOLSTICE, 2020 (The Real Christmas Art exhibition 2020 RO.MI. ContemporaryArt)   

VIDEO / CORTI

Frame video: Natura d'Artista 2012, Scelfo Visual Art 2015, Atelier Macro Asilo 2019

ANCIENT LOVING HEART, 2010

La memoria, è l’infinitesimo attimo che costituisce l’esperienza nel corso del tempo: E' il momento dell’incontro, l’infinitesimo istante in cui il vuoto diventa pieno. Il desiderio di non sentirsi soli, di visualizzare il legante tra idea e corpo, di rendere progettabile e realizzabile il futuro. L'isola di Montecristo è il Luogo dell'Incontro simbolico.

GRU, un'esistenza volatile, 2013

L'aria, il lavoro, l'amore. C'è sempre una condizione "altra".

FUORI DAI LIMITI, BORDERS. 2014
L'assenza, la presenza. Gli elementi che infiammano, che si relazionano e che aprono squarci di corpi. L'Acqua, il Fuoco, L'Aria tra i corpi. La Terra sembra assente, ma è il legame invisibile che si vede solo quando diventiamo consapevoli che il Corpo è unico, che non conosce separazione dal Nulla.

Video/Corti sulla condizione umana che vuole uscire dai limiti che imprigionano la creatività e lo spazio nelle forme diffuse delle relazioni, del lavoro, della immaginazione.

Corti/video on the human condition that wants to get out of the limits that imprison creativity and space in the widespread forms of relationships, work and imagination.

SUL LAVORO / ON THE WORK

L'origine si mostra nelle radici, che creano humus fin nell'Universo. Diventano "lance" che "sentono" , proiettate in un apparente disegno casuale, nella concretezza della "nostra natura".La dimensione artistica di lettura restituisce l'essenza e l'intimo dell'intreccio delle relazioni infinite dell'Attrazione che esercita la forza universale dello sguardo.
Rete complessa relazionale che lega le "cose" e le "persone" e queste prendono significato solo nel momento in cui le guardiamo, ci guardiamo.
"Attrazione", mai una "spinta"

Terra, colori, piante, alberi. Il cosmo ci abbraccia e l'energia ci trasforma nell'azione.
Il tempo è scandito dal ciclo delle stagioni. Ogni stagione prepara il frutto che emerge nella stagione successiva.  Così noi prepariamo l'opera in un tempo oscuro, germina nel buio interiore fino a splendere con la luce e il fuoco del sole.
Atelier, MacroAsilo, Roma, Giugno 2019

" Le Radici dell'Attrazione". Sento l'Arte come Emozione, Comunicazione, Relazione, forze universali nel tempo.   

Giuseppe Scelfo, facebook, youtube

LA MIA POETICA

APRO una finestra su un tipo di visione, la mia e probabilmente non solo, sulla misteriosa “essenza” dell’Arte. Si danno numerose interpretazioni per spiegare l’Arte, parola abusata nella sua materialità e nella sua essenza.

Ora, posso pensare che l’Arte, o ciò che consideriamo generalmente sia, debba in fin dei conti considerarsi “indescrivibile”: nella sua natura, in quello di cui ci accorgiamo e che definiamo quando vediamo  ”l’Opera” (il lavoro di trasformazione che accade su se stessi e reso visibile in immagini).

 L’Arte è realmente indefinibile

è un’EMOZIONE,  una COMUNICAZIONE,  una RELAZIONE  capace di forza universale nel tempo.

Sappiamo, ormai, da più campi, che ciò che muove le persone non è una “spinta” ma “un’ATTRAZIONE”.  

Non credo che ci sia tanta distanza tra questa “legge universale” che ci coinvolge tutti e che ora viene considerata anche come una forza che appartiene a campi apparentemente diversi da quelli visivi e profondamente interconnessi con le “emozioni” nella rete complessa relazionale che scientificamente spiega ciò che lega le “cose” e le "persone".

Le quali "cose" e "persone" non hanno significato per se stesse ma solo nel momento in cui si mettono in relazione tra di loro, addirittura solo nel momento in cui le guardiamo – o ci guardiamo: siano cose o persone,  è la stessa materia dell’esistenza, una modalità con cui si manifesta la vita, un complesso di relazioni infinite, universali, connesse, che coinvolgono l’intero universo.

Principali attività - RAW 2020 artista/esposizione presso RO.MI. Arte Contemporanea Via Vetulonia 55 - MACRO ASILO Atelier 25-30 giugno 2019 - A.M.A.C.I. 2018 esposizione presso RO.MI. Arte Contemporanea Via Vetulonia 55 - Arte Genova 2015 XI ed. Febbraio 2015 - IX LONDON BIENNALE 1/8/2016 presso Studio.ra Contemporary Art, svolta a Roma - A.M.A.C.I. 2014 esposizione presso RO.MI. Arte Contemporanea Via Vetulonia 55 - “Sacro Fiume Almone in Primavera, evento Open House maggio 2014 Galleria Studio.ra - Dependance Casina delle Civette, Villa Torlonia, Arte-Viva in Villa Torlonia, maggio 2009 - Palazzo Valentini, sotterranei, personale, 1986 - Coordinatore metodologie Rappresentazione visiva scuole e Università, <<dipartimento di Rappresentazione Facoltà di Architettura di Roma, 1984-1985 - IL BEATO CREATORE, pittura e installazioni Palazzina Corsini, Villa Pamphili, 1984, Roma Hanno scritto: Emilio Villa, Mario Lunetta, Dario Micacchi, Elio Mercuri

web: https//www.giuseppescelfo.it       facebook: giuseppescelfo      youtube: giuseppescelfo


Le immagini dei lavori esposti al Macro Asilo si trovano anche nella sezione "OPERE"

Contattami / Contacts

giuseppescelfo.gs@gmail.com / +39 3384281919 / giuseppescelfo facebook / giuseppescelfo youtube