A.M.A.C.I. 2020 EXHIBITION

5 dicembre 2020   Giornata del Contemporaneo A.M.A.C.I.

dal 5  all'11 dicembre 2020  

Studio.ra contemporanea presenta:
In  – Out – Online
Roma, Via B. Platina 1/F – info: +39 3491597571 – info@studiora.eu
dal 5 dicembre all’11 dicembre 2020 – orari: dalle 16:30 alle 19:45, tutti i giorni feriali da lunedì al sabato

(ingresso consentito ad un massimo di due persone con mascherina).


la sfida continua a Studio.ra.

In – Nella biosfera artistica interconnessa della galleria sono esposte le opere dei seguenti artisti:
Deborah Wargon, Misha Dare, Eleonora Del Brocco, Vincenzo Ceccato, Maxim Demianov, Letter, Giuseppe Scelfo.

Out – La mostra è allestita per essere vista dall’esterno

Online – Navigazione virtuale, ascolto online.
videoclip 2020 “Valse Exotique” di Donato Di Pasquale (DDP). Durata: 5′, anno: 2020, formato DV, colore: colore. Link: https://youtu.be/lwk2S3Gx-Zs

e partecipa XVI #giornatadelcontemporaneo  #amaci


Enti promotori : AMACI (Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiana), DGCC (Direzione Generale Creatività Contemporanea) del MiBACT (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo), MAECI (Ministero Affari Esteri).

Le opere rimarranno esposte fino al 30 gennaio 2021, con ingresso contingentato (max 2 persone con mascherina), nel massimo rispetto delle restrizioni vigenti, previo appuntamento su WhatsApp +39 3491597571.

la galleria

In Via Bartolomeo Platina, al civico n° 1F, davanti alla fermata degli autobus, si trova Studio.ra, un piccolo museo, un originale spazio espositivo nel cuore dell’Appio Latino, Roma in un cubo di 3 metri per 3, che affaccia sulla strada, proprio come una vetrina.

Studio.ra contemporanea, l’artist space in formato mini, fondato e diretto da Raffaella Losapio, è una mini stanza bianca, raggiungibile dal centro di Roma in pochi minuti con una buona camminata. Quando in Italia, durante la seconda ondata di pandemia e nuovi lockdown, si spengono le luci di musei, gallerie, fiere, questo piccolo atelier si riaccende di luce bianco-argento-oro per mostrare le opere di artisti chiamati a confrontarsi in uno spazio speciale.

Attraverso questa vetrina l’arte è quasi sulla strada, davanti alla fermata degli autobus 628 – 665, si mostra a tutti i passanti, sorprendendo un pubblico di passaggio e incontrando affetto, curiosità da parte dei residenti appassionati e consapevoli con cui la galleria sta costruendo la sua storia.

In questo difficile periodo, prosegue la sfida coraggiosa di Raffaella Losapio, milanese di origine e romana d’adozione, che giunta a Roma affianca al suo ruolo di artista quello di animatrice culturale della Capitale, aprendo lo spazio non profit Studio.ra, dove invita colleghi artisti nazionali ed internazionali per collaborare a residenze d’artista, per esporre opere progettate per lo spazio o per realizzare progetti corali, eventi, performances partecipative studiati per la valorizzazione di arte e cultura interdisciplinare nell’affascinante contesto storico nei pressi del Parco della Caffarella.

Dal 2006 Raffaella Losapio ha dato alla direzione dello spazio un carattere internazionale di confronto e collaborazione, organizzando dibattiti sulle esperienze comuni, che possono far emergere nuovi stimoli culturali e forme innovative di sperimentazione.